ISSN 2039-2656

I/2019 pubblicato il 29 giugno

0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10-11 12 13-14 15 16 17 18

ISSN 2039-2656

Esperienze

La riqualificazione del centro storico di Cuneo

Luca Serale





Cuneo si fa bella. Con questa premessa, e promessa, l’Amministrazione comunale di Cuneo ha promosso, a partire dal 2012, un grande progetto di riqualificazione urbana del centro storico, finanziato all’interno del Programma Operativo Regionale (P.O.R.) 2007/2013 attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale (F.E.S.R.).

Il progetto portato avanti dal Comune, chiamato “Le tre dimensioni del Cuneo”, aveva l’obiettivo di restituire centralità al Centro Storico, un’area cittadina finita progressivamente ai margini delle dinamiche di sviluppo urbano che hanno interessato Cuneo negli ultimi decenni, e diventata, anche fisicamente, periferica nella percezione degli stessi residenti; un’area nella quale il degrado di parti importanti e di alcuni spazi pubblici aveva determinato un progressivo rischio di desertificazione sociale ed economico-commerciale. Gli interventi realizzati, concentrati su via Roma, asse centrale della parte storica interamente pedonalizzata e restituita agli antichi splendori, e sul lato ovest, avevano come scopo principale la riqualificazione dell’esistente, con l’obiettivo di mettere in opera un importante strumento per lo sviluppo socio-economico dell’area. In questo senso vanno visti gli interventi su via Roma e piazza Foro Boario, diventata nel corso del tempo (da sede del mercato del bestiame) un immenso parcheggio, recuperato adesso in una bellissima piazza ricca di verde e di servizi per i fruitori (aree gioco per bimbi, playground, fontane a pavimento), trasformata in breve tempo in cuore della “movida” cittadina. Sulla stessa piazza insistono poi gran parte degli altri interventi di riqualificazione, con il recupero di ampie parti di una vecchia caserma, in cui sono state insediate la Casa del Turismo, le Aule per la musica, un centro di co-working e, tramite un partenariato pubblico privato (figlio di un project financing) il completo recupero della Tettoia Vinaj, un rudere in stile liberty al centro della piazza, trasformato ora in uno dei locali più frequentati e apprezzati della città, vetrina dei prodotti e delle eccellenze del nostro territorio.

Gli interventi hanno permesso alla parte storica di Cuneo di recuperare appieno la sua centralità, attraverso un completo cambio di prospettiva nell’utilizzo degli spazi. La pedonalizzazione di via Roma, oltre a togliere migliaia di auto (con conseguenti benefici per l’ambiente e la salute), ha infatti consentito alla popolazione di fruire, e godere, di uno spazio nuovo, un’enorme piazza-agorà a servizio della collettività, dove poter passeggiare, fare shopping o anche solo incontrarsi per chiacchierare. Un radicale cambio di mentalità, da parte dei cuneesi, nel vivere la propria città e, soprattutto, il centro storico, tornato ad esserne il cuore pulsante, in cui trovano ora sede numerose manifestazioni di forte richiamo. La bellezza della strada deriva anche dal completo restauro dei palazzi che vi si affacciano, reso possibile grazie agli incentivi economici per i lavori di ritinteggiatura messi a disposizione dei privati da parte dell’Amministrazione comunale, e dagli aiuti (oltre 1.800.000 euro) concessi alle imprese per la riqualificazione degli esercizi commerciali esistenti o l’insediamento di nuove attività. Oltre al recupero della bellezza e funzionalità di questo spazio urbano, il progetto di riqualificazione ha generato investimenti privati per ulteriori 1.800.000 euro, che rappresentano il 10% dell’investimento complessivo. 2 A distanza di tre anni dal termine dei lavori, il centro storico di Cuneo appare completamente trasformato, sia nella percezione che nell’utilizzo collettivo, dando concretezza alle promesse iniziali: Cuneo si è fatta bella.

1


2